case history SEO

Un vero case history SEO

Scritto da on . Postato in SEO

Oggi presento un vero case history SEO tramite l’intervista che gentilmente mi ha concesso un imprenditore, ormai mio cliente da anni, il Dott. Dario Abate. Sono sempre stato dell’idea che siano i clienti a stabilire il reale valore di un professionista, sia in positivo che in negativo. Per tale ragione ho scelto questa tipologia di interlocutore per mostrare anche il punto di vista di chi si trova dall’altra parte della barricata: la parte finanziatrice del progetto.

Quando si può parlare di case history SEO

Personalmente ritengo che si possa parlare di casi di successo in ambito SEO quando un sito web raggiunge gli obiettivi di marketing prefissi tramite il canale di traffico organico.

Solitamente gli obiettivi principali di un sito web sono:

  1. i lead (contatti commerciali) pertinenti nel caso di un sito vetrina o corporate;
  2. le vendite nel caso di un sito e-commerce;

Vi sono poi tanti obiettivi intermedi secondari:

  1. il posizionamento di specifiche parole chiave;
  2. l’iscrizione alla newsletter;
  3. lo scaricamento di file particolari (ad esempio e-book gratuiti per fidelizzare gli utenti);
  4. tutti quelle altre azioni che devono spingere l’utente a contattare o ad acquistare il servizio/prodotto promosso.

Diciamoci la verità, questa ultima tipologia di obiettivi se fine a se stessa non fa quasi mai la differenza: se un e-commerce non vende non c’è alcuna lista di iscritti alla newsletter che regga, così come se un’azienda non ottiene lead anche se il sito è posizionato per la parola chiave più bella non serve praticamente a nulla in quanto gli obiettivi di marketing comunque non sono stati raggiunti. In poche parole il cliente ha perso tempo e soldi se la campagna SEO non gli porta o contatti o vendite.

Fatta questa premessa è possibile comprendere meglio l’intervista che segue:

Gentile Dott. Abate di cosa si occupa il tuo progetto web?

La mia società eroga servizi di formazione attraverso corsi di formazione e assistenze scolastiche. Lavoriamo con privati, aziende e studenti. Operiamo principalmente attraverso il sito www.unicorsi.com. Il nostro modello di business è focalizzato sul concetto di formazione individuale, su misura, il nostro modello di marketing si basa quasi esclusivamente sul web.

Perchè hai scelto di pubblicizzarti con la SEO?

Essendo la mia una piccola azienda, ho deciso di investire sulla SEO per ottenere a differenza del PPC (pay per click) risultati nel medio-lungo termine col fine di ottimizzare il budget pubblicitario e aumentare ulteriormente il ROI.

Qual è stato il percorso che ti ha portato a contattarmi?

Ho contattato diverse agenzie dai nomi altisonanti che mi hanno sottoposto contratti economicamente proibitivi per una start up. In seguito nel 2010 mi affidai ad una agenzia di Gallarate (preferisco non fare il nome perché siamo finiti in causa). Mi hanno truffato.
E’ iniziato così un periodo di scrupolosa ricerca di professionisti e sono entrato in contatto con Valentino, iniziando una fortunata collaborazione che dura da allora. Morale della favola? Diffidate dalle promesse delle grosse agenzie e soprattutto dai loro commerciali. Puntate su chi ci mette la faccia e si è costruito un nome nel tempo attraverso lavoro sul campo e risultati dimostrabili.

Che apporto ha dato la SEO al tuo progetto?

Intanto tengo a dire che tutti i progetti SEO implementati con Valentino, sin dall’inizio, hanno ottenuto grossi successi quasi insperati se vogliamo. L’apporto della SEO è stato determinante: ad oggi conto circa 500 contatti commerciali ricevuti negli ultimi due anni tramite il canale organico e solo per il progetto UniCorsi (abbiamo diversi progetti in corso).

contatti commerciali provenienti dai risultati organici

Consiglieresti la SEO come forma pubblicitaria ad un altro imprenditore?

Assolutamente SI. Chi investe nella SEO è un lungimirante. Otterrà risultati duraturi nel tempo. Io ho avuto sfortuna all’inizio, ma oggi posso dire con certezza che senza la SEO non sarebbe esistito il progetto UniCorsi.

Come procede il tuo progetto e cosa prevedi per il futuro?

Futuro? Stiamo lavorando per crescere ulteriormente, potenziando i progetti in corso. Siamo molto ambiziosi, puntiamo alla leadership nel nostro settore senza porci alcun limite.

Se dovessi presentarmi ad un tuo amico/conoscente cosa gli diresti?

Gli dico che sei un professionista molto serio e scrupoloso con cui si ragiona per obiettivi secondo un approccio molto pragmatico. Infine, direi che non solo sei uno dei migliori consulenti SEO Italiani, ma che il tuo apporto può andare ben oltre. Nel mio caso hai svolto un ruolo determinante nella crescita dell’azienda, grazie a consigli di carattere strategico a 360°, ben oltre il semplice posizionamento di parole chiave. Ti sei rivelato un preziosissimo consulente aziendale a tutto campo.

Prologo

Questo progetto sta riuscendo perché fin dall’inizio il cliente è stato orientato ed accompagnato nelle scelte più strategiche, con il fine principale di aiutarlo al raggiungimento degli obiettivi che in questo caso sono stati addirittura superiori a quelli prefissati creando in pochi anni un business partendo da zero. E’ importante dire che da parte del cliente vi è stata una totale collaborazione, la quale ha permesso questi risultati che altrimenti difficilmente sarebbero stati raggiunti.

Mi auguro che questo case history SEO sia un buono spunto per altri imprenditori e professionisti che sono indecisi se continuare ad investire nella Search Engine Optimization perché magari scottati da precedenti esperienze negative.

Lascia un commento