Gestione campagne Adwords

Prima di tutto: che cos’è Google AdWords?

AdWords è la piattaforma pubblicitaria di Google che permette agli inserzionisti di quasi tutto il mondo di raggiungere il loro target di riferimento, attraverso annunci di testo, banner e video, pubblicati sia sulle pagine dei risultati di ricerca che sui siti della Rete Display di Google.

La piattaforma era originariamente nata con lo scopo di far visualizzare annunci di testo sulle pagine dei risultati di ricerca di Google sotto la sezione “Link sponsorizzati”, sezione che attualmente si chiama “Annunci”.

Solo in un secondo momento AdWords ha introdotto per gli inserzionisti la possibilità di pubblicare gli annunci sulla Rete Display di Google, costituita da milioni di siti e in grado di raggiungere circa l’80% dell’insieme degli utenti di internet (fonte: DoubleClick Ad Planner).

Come funzionano le campagne Adwords: concetti base

Le campagne su AdWords possono essere indicate come pubblicità SEM (Search Engine Marketing), PPC (Pay Per Click) o CPC (costo per clic).

Google ha reso facile far partire una campagna Adwords: basta selezionare parole chiave pertinenti alla propria attività (targeting per parole chiave), scrivere annunci accattivanti, definire le località su cui ci si vuole pubblicizzare (targeting per località) e si è pronti a partire.

Tenendo sempre a mente che le persone utilizzano i motori di ricerca per trovare quello che stanno cercando, ogni volta che un utente effettua una ricerca su Google utilizzando le parole chiave selezionate nell’account Adwords, il tuo annuncio viene visualizzato nella sezione “Annunci”, la quale si trova sopra, a sinistra e sotto i risultati di ricerca organica. Se l’utente clicca sul tuo annuncio ti viene addebitato il costo per clic (cpc) nel tuo account; se invece l’utente visualizza il tuo annuncio, ma non vi clicca sopra, non ti viene addebitato nulla (ragionamento diverso avviene per le campagne CPM, per questo ti consiglio di continuare a leggere).

Come puoi vedere il concetto è semplice: mentre la pubblicità sui media tradizionali cerca di creare un bisogno e cerca l’attenzione dell’utente, la pubblicità su Adwords mostra semplicemente all’utente ciò che sta cercando, cercando di risolvergli un problema.
Così come il concetto è semplice, allo stesso modo creare una campagna di successo e redditizia su Adwords non lo è affatto.

Perché dovresti pubblicizzarti con AdWords?

Ritengo che Google AdWords sia una grande opportunità per le aziende, per i professionisti e per qualsiasi attività che voglia pubblicizzarsi in modo mirato, aumentando la loro visibilità su Google, e di conseguenze le vendite e il fatturato.

Provo ad elencarti i principali vantaggi di AdWords:

  • Pubblicità mirata e pertinente perché si rivolge al giusto pubblico. L’annuncio viene visualizzato da utenti interessati e quindi potenziali clienti.
  • A differenza di uno spot televisivo, che colpisce chiunque al momento della sua proiezione stia guardando quel canale, la pubblicità su Adwords si attiva solo quando un utente sta ricercando quella precisa cosa, servizio o prodotto che sia, in quel preciso istante. Quindi un pubblico pertinente e attivo che visualizza annunci pubblicitari relativi al prodotto /servizio che sta cercando, e non un pubblico che subisce passivamente spot pubblicitari su uno o più prodotti/servizi che potrebbero non interessargli.

  • Certezza del risultato in quanto si paga solo se un utente fa clic sul tuo annuncio.
  • Hai sempre la certezza che l’utente abbia visto il tuo sito web o la risorsa che stai pubblicizzando (fan page di Facebook, Landing page, etc.).

  • Facilità di avviamento, mutamento e di messa in pausa.
  • I prerequisiti ad una campagna Adwords sono un sito internet o una risorsa web da pubblicizzare e una carta di credito per pagare i clic addebitati, non serve altro. Inoltre è possibile cambiare i parametri della campagna in qualsiasi momento ed in tempo reale. Infine è possibile interrompere le campagne Adowrds in qualsiasi momento.

Tipologie di campagne e opzioni di offerta

Goolge Adwords prevede 6 tipologie di campagne di cui 3 standard e 3 avanzate.

Le 3 tipologie standard sono:

  1. Rete di ricerca e Rete Display
  2. Rete di ricerca
  3. Rete Display

Le 4 tipologie avanzate sono:

  1. Campagne per app mobili
  2. Shopping – Campagne di annunci con scheda di prodotto
  3. Campagne di remarketing
  4. Campagne video

Per maggiori info e differenze fra le varie campagne vi rimando alla documentazione ufficiale di Google Adwords.

Opzioni di offerta

Inoltre Adwords prevede 3 diverse opzioni di offerta che incidono sul modo in cui pagherai la campagna Adwords:

  1. CPC (costo per clic): è la strategia di offerta che prevede l’addebito del clic nel momento in cui un utente clicca l’annuncio. E’ prevista sia per le campagne sulla Rete di Ricerca che su quelle della Rete Display.
  2. CPM (costo per mille impressioni): si stabilisce un prezzo per ogni 1000 visualizzazioni dell’annuncio. E’ disponibile solo per le campagne sulla Rete Display ed è indicata per le campagne che hanno come obiettivo il branding.
  3. CPA (costo per azione): ritengo che l’azione vada intesa come raggiungimento di un obiettivo. Gli obiettivi possono essere vari: dall’acquisizione di un lead al download di un file, dall’atterraggio su una specifica pagina del sito alla vendita di un determinato prodotto nel caso di un sito e-commerce. Infatti si stabilisce l’importo massimo che si è disposti a pagare per il raggiungimento dell’obiettivo e il sistema di Adwords automaticamente imposta il CPC in modo da non superare l’importo massimo che si è stabilito. Quindi se abbiamo stabilito che nel vendere un determinato prodotto non vogliamo spendere più di 5 € di pubblicità, il sistema di Adwords si impegnerà a non farti spendere mai di più, e che quindi se ti sono stati addebitati 25 € nell’account, dovresti aver venduto 5 prodotti. In caso contrario significa che qualcosa non va e bisogna ottimizzare (meglio) l’account. Spiegarvela più semplice non mi riesce ;-)
    Questa strategia di offerta è disponibile sia sulla campagne impostate sulla Rete di Ricerca che su quelle della Rete Display.

3 semplici motivi per cui dovreste rivolgervi ad un professionista come me

Adwords è un sistema tanto efficiente e produttivo, quanto inutile e dispersivo se non si conosce in modo approfondito. Vi è il rischio di buttare davvero tanti soldi se non si sa ottimizzare l’account e creare le campagne.

Vi dovreste rivolgere ad un professionista come me per questi semplici motivi:

  • Posseggo la “qualifica individuale Google Adwords per la Rete di ricerca”. Possedere la qualifica individuale significa aver superato l’esame sui Principi di base della pubblicità e almeno uno fra l’esame sulla Ricerca avanzata e l’esame sulla Pubblicità display avanzata. Nel mio caso ho superato l’esame sui Principi di base e quello sulla Ricerca avanzata. Il superamento degli esami avanzati hanno valenza annuale, quindi ogni anno se voglio continuare ad essere qualificato sono costretto a risostenerlo, e di conseguenza devo essere sempre aggiornato. Quest’anno infatti sosterrò quello sulla Pubblicità display avanzata per una questione di completezza.
  • Ottimizzo account Adwords da anni, sia per i singoli clienti che per altre web agency che a loro volta forniscono questo servizio.
  • Mi ripago da solo. Risparmierete non pochi soldi affidandovi ad un professionista, perché conosco perfettamente la piattaforma e dove intervenire qualora la campagna non decolli, ottimizzando il vostro budget e investimento pubblicitario.

Allora che ne pensi? Non è meglio che me ne occupo io della gestione della tua campagna Adwords? Contattami Ora!