Migrazione Sito SEO

Uno dei servizi SEO di cui i proprietari di siti web necessitano è l’assistenza durante la migrazione del proprio sito web. La migrazione di un sito internet se non è ben organizzata, può provocare grossi danni al traffico organico e compromettere l’intera campagna SEO. Proprio per evitare queste problematiche occorre organizzare la migrazione SEO.

migrazione SEO

Cos’è la migrazione e le varie tipologie

La migrazione è il processo temporaneo o definitivo che si verifica in un sito web quando si stabilisce una:

  • Migrazione grafica: restyling grafico (esempio: sostituzione template di WordPress);
  • Migrazione CMS/Tecnologia: sostituzione del CMS (esempio: passaggio da Joomla a WordPress; da asp a php; ecc.);
  • Migrazione dominio: passaggio da un vecchio dominio verso uno nuovo;
  • Migrazione hosting/IP: cambio di hosting o di indirizzo IP;
  • Migrazione URL: modifica della struttura delle URL di un sito (esempio: passaggio da URL parametriche a statiche);
  • Migrazione contenuti: modifiche all’architettura dei contenuti (esempio: spostamento degli articoli in nuove categorie);
  • Migrazione https: passaggio da protocollo http ad https (e viceversa).

Le varie tipologie di migrazione si possono verificare singolarmente o contemporaneamente, ad esempio quando si decide di modificare tutti questi aspetti.

Idealmente si dovrebbe pensare alle conseguenze di una qualsiasi migrazione e alla loro gestione, nello stesso momento in cui si inizia a pensare di farla. In ogni caso maggiori saranno le tipologie di migrazione a cui far fronte, maggiore sarà l’impegno, la quantità di analisi e la gestione dal punto di vista SEO.

Obiettivi della migrazione in ottica SEO

Partendo dal presupposto che tanto meglio sarà gestita la migrazione minori saranno le perdite, gli obiettivi di una consulenza SEO in ottica di migrazione sono:

  1. eseguire le migliori pratiche ed evitare gli errori più comuni, al fine di assicurarsi che la perdita di traffico e di guadagni sia ridotto al minimo;
  2. non perdere la rilevanza acquisita nel tempo in termini di trust, di posizionamento sui motori di ricerca, e quindi di traffico organico;
  3. limitare problematiche di user experience, creando una soluzione di continuità per gli utenti che da un giorno all’altro si ritrovano a navigare su un sito con una navigazione che non conoscono (incappando magari in errori 404).

Le fasi di una migrazione SEO

Una migrazione di un sito ben gestita dal punto di vista SEO prevede almeno le seguenti fasi:

Analisi pre migrazione: in questa fase comprese le esigenze del Cliente e definiti gli obiettivi a breve, medio e lungo termine, viene elaborato un piano di migrazione completo step by step, il quale viene comunicato al Cliente per metterlo in condizione di valutare costi e benefici, e definire “chi farà cosa” (ossia la suddivisione dei compiti fra consulente SEO e reparto IT).

Definizioni delle tempistiche: in questa fase viene stabilito il piano d’azione e viene creato il gantt con la definizione di tutte le tempistiche.

Analisi post migrazione: in seguito al migration day (il giorno in cui è avvenuta la migrazione, come ad esempio il giorno della pubblicazione online delle nuova versione del sito) viene analizzato lo stato di salute del nuovo sito, l’andamento del traffico post migration day e vengono implementate eventuali correzioni.

Monitoraggio risultati: in questa ultima fase viene monitorato il raggiungimento dei risultati a breve, medio e lungo periodo. E’ consigliabile trarre le prime conclusioni non prima di un mese dal migration day per siti di piccole dimensioni, mentre almeno 3 mesi per siti di medie-grandi dimensioni.

E’ importante chiarire che in base alla specifica tipologia di migrazione, l’approccio e le fasi possono variare anche notevolmente.

Perché rivolgersi ad un esperto SEO

Teniamo sempre presente che la migrazione ha un impatto economico e tecnico, pertanto occorre fare le giuste valutazioni di cosa sia necessario e indispensabile implementare per limitare i costi della migrazione al minimo.

Un consulente SEO esperto è in grado di stabilire quali asset vanno preservati e quali invece possono essere considerati secondari, gestendo gli aspetti tecnici e limitando così le perdite in termini di posizionameni, traffico organico e fatturato.

Hai deciso di migrare il tuo sito web e non vuoi perdere traffico, lead e vendite?

Hai effettuato la migrazione del tuo sito web ed hai già perso traffico, lead e vendite?

Non perdere altro tempo, rivolgiti ad un professionista!