Logo Valentino Mea Consulente SEO e SEM
Come fare l'analisi SEO di un sito web

Come fare l’analisi SEO di un sito web

L’analisi SEO di un sito web è fondamentale per valutare la bontà della propria strategia SEO o per monitorare l’operato di consulenti esterni o delle web agency.
In questo articolo mostro i principali KPI che analizzo attraverso i rapporti personalizzati su Google Analytics e che ritengo sia necessario tenere sotto controllo in qualsiasi campagna di web marketing al fine di comprendere la situazione con un colpo d’occhio.

Il concetto di “dimensione”

Google Analytics è fondamentale per analizzare le campagne di web marketing, grazie alla grossa quantità di metriche che ci mette a disposizione per ogni dimensione.

Allo stesso tempo, però, orientarsi fra tale mole di dati potrebbe risultare piuttosto difficile (per esperienza diretta, anche molti addetti ai lavori oltre ad installare il codice di monitoraggio e impostare qualche filtro non si spingono oltre).

A tale scopo ritengo che in primo luogo sia importante chiarire il concetto di “dimensione” su Google Analytics: una dimensione è una caratteristica del visitatore.

Ad esempio, un visitatore che naviga da Milano e che è arrivato sul vostro sito tramite una ricerca organica su Google, sarà registrato con le seguenti dimensioni: città, parola chiave, sorgente/mezzo.

Per maggiori informazioni sulle dimensioni e sulle metriche vi rimando alla guida ufficiale.

I principali KPI per l’analisi SEO

I KPI vengono utilizzati internamente dal SEO Specialist per misurare e ottimizzare le prestazioni dei servizi SEO. Principalmente è importante analizzare tre cose:

  1. come la campagna ha performato e sta performando;
  2. da quali canali arrivano gli utenti e come consumano i contenuti;
  3. il livello di coinvolgimento attivo degli utenti rispetto ai contenuti.

KPI interni per valutare le performance

  1. Sessioni: ci indica quanto traffico è pervenuto al sito web;
  2. Completamenti obiettivo: indica il numero totale di conversioni completate (è possibile selezionare un obiettivo preciso o suddividere i diversi obiettivi);
  3. Entrate: indica le entrate derivanti dalle transazioni avvenute sul sito e-commerce che stiamo monitorando;
  4. Tasso di conversione obiettivo: indica la percentuale di visite che si traduce in conversioni;
  5. Tasso di conversione e-commerce: indica la percentuale di visite che si traduce in transazioni e-commerce.

KPI interni per monitorare il consumo dei contenuti

  1. Visualizzazioni di pagina: indica quante volte viene visualizzata una pagina.
  2. Tempo medio sulla pagina: indica il tempo medio di permanenza degli utenti su una determinata pagina o insieme di pagine.
  3. Frequenza di rimbalzo: indica quanti utenti si sono limitati alla visualizzazione di una sola pagina.

KPI interni per misurare l’engagement degli utenti

  1. Pagine/sessione: indica quante pagine vengono visualizzate mediamente durante una sessione.
  2. Azioni sociali: indica quale azione sociale è avvenuta (ad es. +1, Mi piace, Condividi)

Queste appena elencate, sono le metriche necessarie per monitorare rapidamente e con precisione le prestazioni di qualsiasi campagna SEO.

Al fine di raggrupparle insieme, sarà necessario creare un rapporto personalizzato che avrà come dimensione Sorgente/Mezzo e come metriche quelle indicate.

Esempio di Analisi SEO sito web e blog

Per questo esempio sono stati presi in considerazione gli ultimi 3 mesi come periodo di riferimento e sono state selezionate le seguenti metriche per il rapporto personalizzato:

  • Sessioni;
  • Completamento Obiettivo;
  • Tasso di conversione obiettivo;
  • Visualizzazioni di pagina;
  • Tempo medio sulla pagina;
  • Frequenza di rimbalzo;
  • Pagine/sessione;
  • Azioni sociali.

Trattandosi di un semplice sito corporate, non sono state inserite le metriche strettamente legate ai siti e-commerce (Entrate e Tasso di conversione e-commerce).

rapporto personalizzato analisi seo sito web o blog

Se volete implementare la medesima analisi SEO per siti web corporate potete scaricarla gratuitamente cliccando qui.

Esempio di Analisi SEO sito e-commerce

Nel caso di un sito di e-commerce sicuramente si vuole conoscere la quantificazione delle entrate e quale sorgente/mezzo le sta generando.

Anche questo esempio è relativo agli ultimi tre mesi e sono state prese in considerazione queste metriche:

  • Sessioni;
  • Entrate;
  • Tasso di conversione e-commerce;
  • Visualizzazioni di pagina;
  • Tempo medio sulla pagina;
  • Frequenza di rimbalzo;
  • Pagine/sessione;
  • Azioni sociali.

rapporto personalizzato analisi SEO sito e-commerce

Se volete scaricarvi questa analisi SEO per siti web e-commerce cliccate qui.

Se, invece, volete destreggiarvi su Google Analytics vi consiglio di prendere in considerazione il mio corso dedicato.

Tags:

Lascia un commento

Categorie del Blog

Telefona 02 8718 8516
preventivo@valentinomea.it