Keyword Long Tail

Keyword Long Tail: guida SEO alle Parole Chiave a Coda Lunga

Conosci la teoria SEO delle Keyword Long Tail? Scopri come utilizzare le parole chiave a coda lunga per posizionare il tuo sito più in alto su Google.

L’attività di realizzazione contenuti in ottica SEO si basa sulla keyword research, l’analisi delle parole chiave in grado di intercettare le ricerche delle buyer persona al quale ci si rivolge.

Non tutte le parole chiave sono uguali: in base alla loro specificità, possiamo distinguerle in chiavi di ricerca a coda lunga (long tail keyword) e chiavi di ricerca a coda breve (short tail keyword).


Cosa significa Long Tail?

Long tail (letteralmente “coda lunga”) è una tecnica SEO che prevede il focalizzarsi su parole chiave attinenti a concetti molto specifici, le quali sono contraddistinte da volumi di ricerca inferiori rispetto a quelle generiche.

La strategia long tail viene reputata vantaggiosa per affrontare i mercati più competitivi, nei quali alcuni concorrenti presidiano le parole chiave secche più interessanti.

Le parole chiave generiche infatti attirano un traffico maggiore rispetto a quelle specifiche e per tale ragione sono più ambite e presentano una concorrenza maggiore.

Puntare sulle long tail keyword invece, consiste nel rivolgere i propri sforzi verso argomenti non presidiati dai player di maggiori dimensioni, sui quali quindi è più facile posizionarsi.

Complessivamente, il traffico totale raggiunto puntando a keyword specifiche è maggiore di quello che si otterrebbe lavorando sul posizionamento di un minor numero di chiavi generiche.

Cosa sono le Parole Chiave Long Tail?

Le keyword long tail sono parole chiave focalizzate su argomenti più specifici dei loro equivalenti generici.

Esse quindi sono contraddistinte da volumi di ricerca più ristretti rispetto alle chiavi maggiormente ricercate.

Sfruttate complessivamente, le long tail keyword permettono di generare un traffico più consistente di quello che si otterrebbe focalizzandosi sulle short-head, le quali infatti sono keyword dagli alti volumi di ricerca e dalla concorrenza molto consistente.

Le parole chiave long tail sono più focalizzate su determinati argomenti rispetto a quelle secche, che fanno riferimento ad argomenti generici più ampi.

Lavorare su una strategia long tail permette quindi di incentrarsi su query che rispecchiano bisogni degli utenti molto specifici rispetto a quelle più generiche.

Le parole chiave a coda lunga, in genere, sono composte da 4 o più termini, mentre le parole chiave short tail sono composte da 1 a 3 termini.

Questo perché query con un numero di termini maggiore rappresenta un argomento più circoscritto, mentre query con uno o due termini indicano un argomento più vasto.

Cosa rappresenta la Teoria della Coda Lunga?

La teoria della coda lunga afferma che sia più conveniente puntare su una serie di parole chiave incentrate su argomenti molto specifici, anche se dal volume di ricerche contenuto.

Questo perché significa affrontare una concorrenza minore di quella che bisogna vincere nel caso di keyword dagli ampi volumi di ricerca, in quanto più generiche.

Teoria della Coda Lunga SEO

Per intenderci, una long tail keyword come “scarpe da corsa Nike” è una formula più specifica della generica chiave “scarpe nike”, nonché meno ricercata di quest’ultima.

Però la parola chiave specifica permette di definire in modo più appropriato l’argomento da trattare e di rispondere con più efficienza alle domande del pubblico.

Come sfruttare la teoria delle Long Tail Keyword per la strategia SEO

Le parole chiave generiche, per via dei considerevoli volumi di ricerca, attirano l’attenzione di molti più competitor rispetto a quelle a coda lunga.

Tra essi, le aziende affermate e con più budget che di conseguenza hanno maggiori possibilità di presidiare i settori di mercato più remunerativi.

Puntare sulle parole chiave generiche si dimostra quindi una strategia molto costosa in termini di tempi e di risorse economiche, con ridotte capacità di successo a causa della concorrenza consolidata.

Business non abbastanza affermati possono invece rivolgersi a nicchie più definite, che magari la concorrenza non ha interesse a presidiare.

Grazie alle proprie attività mirate, le aziende possono porsi come fornitori di contenuti e prodotti attinenti a specifici segmenti di mercato.

I business possono quindi rispondere in modo più attinente alle esigenze di un determinato e specifico tipo di pubblico.

Perché usare le parole chiave long tail?

Le long tail keyword sono elementi fondamentali per:

  • aumentare il volume di traffico del sito web;
  • fidelizzare maggiormente gli utenti;
  • incentivare le conversioni.

Permettono di costruire una base di traffico e di reputazione per il sito in grado di attirare l’attenzione del pubblico più velocemente e di incrementare l’autorevolezza in maniera più consistente.

Puntare fin dall’inizio verso keyword molto competitive comporta un esborso economico consistente e dalle basse possibilità di riuscita per via della concorrenza agguerrita che occorre superare.

Invece, partire da una base più ristretta permette di generare fatturato rivolgendosi a un pubblico in linea con le proprie caratteristiche e che si è in grado di soddisfare meglio.

In questo modo si possono ottenere risorse utili a sostenere la propria crescita, per poi puntare nel tempo verso chiavi di ricerca sempre più generiche e competitive.

Come trovare le parole chiave Long Tail giuste

La scelta delle parole chiave a coda lunga opportune non è tanto semplice come può sembrare a prima vista.

Molte long tail keyword non sono adatte in quanto:

  • hanno volumi di ricerca insignificanti;
  • non sono attinenti all’intento di ricerca dello specifico caso;
  • incarnano sfumature del concetto che non vogliamo integrare nel contenuto in questione.

Per questo, in fase di consulenza SEO occorre analizzare diversi fattori per le parole chiave di interesse, tra cui:

  • il volume di ricerca mensile;
  • il grado di competizione da affrontare;
  • il costo degli annunci pubblicitari basati su di esse;
  • il grado di attinenza con il main topic stabilito.

Per maggiori informazioni puoi leggere “Ricerca Keywords: strategie, procedure e automazione“.

I migliori tool per individuare le long tail

Quali strumenti possono aiutarci nel valutare l’opportunità di integrare o meno determinate keyword long tail nei nostri contenuti SEO oriented?

Google Suggest

Google Suggest è il tool integrato di Google che offre suggerimenti n tempo reale nella barra di ricerca mentre in base a ciò che digiti.

Google Suggest esempio di utilizzo

Puoi servirtene per avere un’idea di alcune parole chiave specifiche attinenti a quella digitata che vengono già ricercate dagli utenti.

Ricerche correlate di Google

In fondo alla SERP, Google fornisce una serie di ricerche frequenti associate alle parole chiave digitate, costituite da long tail keyword attinenti che possono guidarci nella realizzazione di contenuti.

Esempio ricerche correlate Google

Analizzando le ricerche correlate puoi scoprire cosa sta cercando il tuo pubblico e quindi scrivere su quegli argomenti per ottenere più traffico e aumentare la visibilità.

Answer The Public

Answer The Public è un tool che consente di estrapolare le ricerche di informazioni che vengono digitate su Google attorno a un determinato argomento.

Rispetto ad altri tool ha un’interfaccia davvero semplice e intuitiva.

Mostra una serie di parole chiave rilevanti distribuite in un grafico a fiore e suddividendolo per le preposizioni, in modo che ciascuno possa, ad esempio, individuare le parole chiave di coda lunga che iniziano per “come”, “dove”, “perché”,  ecc.

Answer the Public mind map parole chiave

Keyword Magic Tool

Keyword Magic Tool è il tool della suite Semrush rivolto alla ricerca di keyword da utilizzare per campagne PPC o per attività di realizzazione contenuti SEO oriented.

Offre un database di oltre 20 miliardi di keyword e un’interfaccia dall’uso particolarmente intuitiva.

Inserita la parola chiave da analizzare, SEMrush raggrupperà insieme le parole chiave correlate per tema (questa operazione in gergo tecnico si chiama keywords grouping).

Puoi anche restringere i risultati usando i filtri presenti nella barra in alto per scremare i risultati poco pertinenti o per trovare parole chiave long tail che hanno un buon volume di ricerca.

Keyword Planner di Google Ads

Keyword Planner di Google Ads è un tool che permette di analizzare i volumi di ricerca di parole chiave più o meno specifiche.

Viene utilizzato frequentemente da professionisti della pubblicità online che hanno bisogno di impiegare il budget in annunci contenenti le parole chiave più vantaggiose per il proprio caso.

Keyword Planner esempio risultati

Come abbiamo detto, le parole chiave generiche hanno maggiore concorrenza, perciò richiedono investimenti pubblicitari più consistenti.

Le parole chiave a coda lunga sono utili per creare annunci pubblicitari ben targetizzati, studiati per raggiungere un pubblico specifico e ottenere maggiori conversioni.

Si tratta di un tool più orientato verso parole chiave dall’intento commerciale, quindi chi se ne serve per indagare sulle parole chiave per realizzare contenuti di stampo informativo potrebbe avere bisogno di includere altri strumenti.

Come scegliere le Parole Chiave a Coda Lunga

Il SEO copywriter si occupa di realizzare contenuti attinenti alle esigenze di un determinato tipo di pubblico.

Dall’analisi del Search Intent ricava le keyword più in grado di definire un determinato argomento in maniera specifica.

Provvede quindi a realizzare contenuti che rispondono a una determinata necessità di informazioni, a partire da query di coda lunga attinenti agli stessi argomenti.

Ad esempio, se la query “come dimagrire” è troppo competitiva, il consulente SEO può decidere di orientarsi verso varianti più specifiche tra cui:

  • “come dimagrire in un mese”
  • “metodi per dimagrire con prodotti naturali”
  • “come dimagrire senza sacrifici”

Si tratta di keyword long tail incentrate su argomenti più specifici e che incontrano l’interesse di una determinata nicchia di persone.

Il SEO copywriter si occupa di raggruppare quelle long tail che risultano attinenti a uno stesso intento di ricerca, in modo da realizzare contenuti che facciano uso di tutte queste espressioni.

In questo modo crea pagine che includono molte espressioni pertinenti, al fine di intercettare molteplici ricerche di coda lunga.

Cumulativamente, esse permettono di ottenere un volume di traffico molto interessante.

Ad esempio, può sviluppare un articolo di blog con molte varianti di chiavi dal significato simile del tipo:

  • “la tecnica per perdere un kg in una settimana”
  • “come perdere quattro kg in un mese”
  • “i sistemi per dimagrire un kg ogni settimana”
  • “come ridurre massa grassa in una sola settimana”

Anche se formalmente sono parole chiave diverse, esse trasmettono tutte la stessa ricerca di informazioni.

Per questo, le strategie improntate sulla coda lunga puntano sull’utilizzo cumulativo di più parole chiave long tail insieme, in modo da realizzare contenuti molto esaustivi per l’argomento in questione.

Hai compreso come funzionano le long tail keyword?

Da sempre le parole chiave a coda lunga sono uno dei principi cardine della SEO e del posizionamento su Google.

Basare la propria strategia di ottimizzazione solo su short keyword molto ricercate non è efficace, perché oltre ad essere poco conveniente, allontana anche gli utenti dalla conversione.

Che si tratti di un sito personale o dei siti dei clienti, nel definire un progetto SEO sostenibile è quindi necessario comprendere le keyword long tail.

Vuoi esprimere la tua opinione sull’argomento? Non esitare ad utilizzare i commenti!

Iscriviti alla Newsletter!

Ottieni l’accesso a guide, strategie e tutorial esclusivi che non condivido da nessun’altra parte.

Valentino Mea

  • Esperto di Search Marketing dal 2009 con migliaia di progetti SEO e Google Ads dimostrabili gestiti.
  • Supporta Aziende nazionali e internazionali nello sviluppare business sostenibili e redditizi, tramite il Marketing sui Motori di Ricerca.
  • Ad oggi ha formato 932 consulenti SEO e Google Ads, autonomi e dipendenti.
  • Autore di “SEO per E-commerce PRO” il Libro Best Seller su come ottimizzare siti e-commerce per aumentare il posizionamento su Google e trasformare gli utenti in clienti. Puoi trovarlo su Amazon.
  • Ideatore del Video Corso “Diventare SEO” il 1° corso in Italia che insegna in modo pratico la SEO e come monetizzare le competenze.
  • Fondatore della SEO Membership® l’unica community privata dove si incontrano ogni settimana imprenditori, colleghi e aspiranti per discutere di SEO e business online.
  • Dal Novembre 2013 condivide tutorial pratici e la sua esperienza nel settore su questo blog.

Vuoi sviluppare un business online di successo o vuoi essere formato anche tu ad alti livelli?

Richiedi Informazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright © 2013 - 2021 · Valentino Mea Srls rating 5.0/5 su 21 recensioni · C.F. / P.iva: 04373930611 · Privacy · Sitemap · All rights reserved