Logo Valentino Mea Consulente SEO e SEM
eBay SEO

eBay SEO: tecniche per aumentare visibilità e vendite su Ebay

Serve fare SEO per eBay, se si come fare? Ottimizzare le inserzioni aiuterà a vendere di più? Avrò vantaggi rispetto ai miei competitor? Se ti stai ponendo queste domande, sicuramente vuoi aumentare visibilità e volume di vendite tramite l’ottimizzazione delle inserzioni. Vediamo nel dettaglio come funziona la SEO su eBay.

Indice della guida:

Perché conviene fare SEO per eBay

Tanti venditori su eBay non curano l’ottimizzazione SEO delle inserzioni, partendo dal presupposto che essendo uno dei marketplace più famosi al mondo non sia necessario applicarsi o investire in tali attività.

Pensano erroneamente che sia sufficiente pagare eBay e ci penserà lui a dare visibilità alle inserzioni. Seppure parliamo di un marketplace molto conosciuto e che investe in pubblicità, per quanto riguarda il posizionamento organico su Google qual è la situazione?

In realtà, eBay ha subito diverse penalizzazioni da Panda (Algoritmo introdotto da Google nel 2011) il quale ha rilevato una mole consistente di contenuti duplicati sul marketplace e nel corso degli anni vi sono stati diversi crolli di visibilità organica che hanno inciso sulle vendite di molti negozi eBay.

Trend traffico organico eBay

Facendo un banale controllo nelle SERP di Google e incrociando i settori merceologici, si nota subito che le categorie maggiormente colpite sono abbigliamento, elettronica e telefonia i cui negozi tendono sempre a copiare le descrizioni dei prodotti. Altri settori come il modernariato e l’antiquariato, invece, sono rimasti immutati.

Questo spiega i motivi della chiusura di innumerevoli inserzioni sulla piattaforma e ti fa capire quanto sia importante investire in servizi SEO per eBay, per aumentare sia la visibilità interna al marketplace che il posizionamento sui motori di ricerca.

Tecniche per ottimizzare le inserzioni eBay per i motori di ricerca

Nonostante eBay cambia costantemente il suo algoritmo “Best Match” e nessuno conosce precisamente i fattori di posizionamento, ci sono tuttavia alcuni fattori SEO che da sempre migliorano la visibilità delle inserzioni su “Cassini” (è così che si chiama il motore di ricerca di eBay):

Vediamo nel dettaglio come ottimizzare dal punto di vista SEO ognuno di questi aspetti.

Nota bene: per chi fa SEO per eCommerce a livello professionale, i punti che tratterò possono sembrare banali, al contrario possono risultare molto utili per chi non conosce le basi. Infatti, prima di proseguire, è consigliabile leggere la guida SEO per principianti, in modo da comprendere meglio le ottimizzazioni proposte.

Titoli delle inserzioni

Per il titolo della tua inserzione, che viene utilizzato anche come tag title degli snippet in SERP, hai 80 caratteri che devi sfruttare al meglio:

  1. inserisci la parola chiave principale che rappresenta il prodotto;
  2. utilizza tutti i caratteri disponibili per una migliore performance del titolo;
  3. riporta il nome del prodotto all’inizio.

Ad esempio, ipotizziamo che hai un negozio di calzature e devi vendere su eBay un paio di scarpe Nike Air Max. Molti venditori propongono un titolo non ottimizzato per i motori di ricerca come “Nike Air Max 90”, mentre un titolo efficace potrebbe essere:

  • “Scarpe Nike Air Max 90 Essential Nuove per Uomo Colore Nero Taglie 41/42/43/44”

Titolo inserzione eBay ottimizzato

Inoltre, se hai un sito e-commerce può nascere il bisogno di importare le proprie inserzioni da eBay al proprio store tramite moduli o plugin. Stessa esigenza capita a chi fa Dropshipping e vuole importare interi cataloghi nel proprio negozio eBay o sul proprio e-commerce.

Inutile dirvi che questo modus operandi è la principale causa che genera contenuti duplicati e quindi le vostre inserzioni saranno identiche a quelle di altri venditori.

Per evitare penalizzazioni, in questi casi consiglio di cambiare subito sia il titolo dell’inserzione su eBay, ma anche il titolo della scheda prodotto sul proprio sito e-commerce.

Sottotitoli delle inserzioni

I sottotitoli consentono di fornire maggiori informazioni sul prodotto ai potenziali clienti. Investi nei sottotitoli (l’inserimento costa 50 centesimi) e utilizza tutti i 55 caratteri messi a disposizione inserendo parole chiave correlate al prodotto che vuoi vendere.

Sottotitolo inserzione eBay

Per maggiori informazioni su come fare ricerca delle parole chiave puoi leggere la guida: “Ricerca Keywords: strategie, procedure e automazione“.

Categoria delle inserzioni

Le categorie giocano un ruolo molto importante nel posizionamento su eBay e nella logica di un e-commerce. Devono essere chiare per noi, ma soprattutto coerenti per i potenziali clienti.

Seleziona la categoria più pertinente al prodotto in vendita e valuta l’aggiunta di una seconda categoria se ritieni che il tuo prodotto sia pertinente a più categorie.

Identificatori prodotto

Gli identificatori di prodotto, obbligatori per molti categorie, aumenteranno sia la tua visibilità su eBay che nei risultati di ricerca di Google. Gli identificatori prodotto più comuni sono:

UPC (Universal Product Code): codici di 12 cifre utilizzati per identificare i prodotti. Quando inserisci un codice UPC per un’inserzione utilizzando i dettagli del prodotto, specifica l’intero numero riportato in fondo al codice a barre, includendo i numeri più piccoli che compaiono a sinistra e a destra.

EAN (European Article Numbering): stringhe numeriche di 12 cifre utilizzate per identificare i prodotti. Puoi trovare il codice EAN sulla confezione o sulla copertina del prodotto. Quando inserisci un codice EAN per un’inserzione utilizzando i dettagli del prodotto, assicurati di specificare l’intero numero in fondo al codice a barre.

ISBN-EAN (International Standard Book Number – European Article Numbering): è un numero di 13 cifre utilizzato per identificare i libri a livello internazionale. Questo numero è utilizzato anche per altre pubblicazioni analoghe ai libri, come ad esempio gli audio-book. Il codice ISBN-EAN si trova sulla copertina dei prodotti.

ISBN (International Standard Book Number): sono numeri di 10 o 13 cifre utilizzati per identificare libri e prodotti analoghi, ad esempio gli audio-book. Puoi trovare il codice ISBN sulla copertina del prodotto. È generalmente preceduto dalle lettere ISBN ed è suddiviso in quattro parti. Quando inserisci il numero ISBN per un’inserzione utilizzando i dettagli del prodotto, assicurati di specificare tutte le parti.

VIN (codice di identificazione del veicolo): è un numero di serie univoco utilizzato dall’industria automobilistica per identificare un veicolo, un motociclo o un ciclomotore specifico.

Foto del prodotto

Molti utenti prima di acquistare un prodotto cercano le immagini online e per questo motivo le foto dell’inserzione devono essere sempre in alta risoluzione se vogliamo aumentare le vendite.

Foto prodotto eBay

Inoltre è preferibile scegliere l’opzione “copiare le tue foto da un indirizzo Web” in modo da poter prelevare le immagini direttamente dal tuo e-commerce che potrai rinominate con nomi SEO friendly e compilare l’attributo alt per ottimizzarle al meglio e favorire la loro visibilità su Google Images.

Specifiche dell’oggetto

L’aggiunta di specifiche dell’oggetto consente agli acquirenti di trovare le tue inserzioni fornendo informazioni aggiuntive sul prodotto.

Sono fondamentali per chiarire i dubbi iniziali ai potenziali acquirenti, i quali potrebbero cercare informazioni veloci sul prodotto da acquistare proprio in questa sezione.

Allo stesso tempo giocano ruolo importante in ottica SEO, perché vengono prese molto in considerazione da eBay per stabilire il posizionamento e la visibilità delle inserzioni.

Specifiche oggetto eBay

Descrizione del prodotto

Cosa ci deve essere nella descrizione di un’inserzione eBay?

Descrizione: bisogna descrivere il prodotto in maniera completa ed esaustiva e il contenuto testuale deve essere originale e non copiato da altri siti.

Foto: la descrizione deve presentare ulteriori immagini al suo interno con attributo alt correttamente compilato.

Correlazione dei prodotti: su eBay a fine inserzione ci sono i prodotti correlati, ma di solito sono di altri negozi. E’ preferibile correlare i prodotti inserendo dentro ad ogni inserzione altri prodotti del proprio negozio.

Questa tecnica aiuta a tenere più a lungo il possibile cliente all’interno del nostro negozio con possibilità di acquisto, ma anche ad ottimizzare la linking interna (un fattore SEO molto importante che viene sfruttato poco su eBay).

Informazioni di contatto: in tanti usano ancora Skype, ma se siete venditori professionali potete inserire il vostro numero di cellulare e WhatsApp per dare informazioni veloci.

Link esterni: seppure i link in uscita che portano alla vendita di prodotti esterni alla loro piattaforma sono espressamente vietati su eBay (appena se ne accorgono vi chiudono l’inserzione), è però possibile inserire link esterni a contenuti informativi. E’ consigliabile sfruttare questa possibilità a proprio vantaggio.

Cosa non ci deve essere nella descrizione di un’inserzione eBay?

Non va mai inserita come parte integrante della descrizione tutta la parte inerente alle spedizioni, al diritto di recesso, ecc. C’è un perché eBay ha messo dei blocchi dove poter scrivere le varie informazioni, se poi hai paura che le tue regole non vengano lette dai tuoi acquirenti puoi aggiungere un avviso di leggere più in basso tali contenuti.

Profilo negozio eBay

Il profilo negozio è interessante sia per pubblicizzarvi che per aumentare le conversioni. Utilizzatelo per raccontare di voi, della vostra azienda e dei vostri prodotti. Sono tutte informazioni aggiuntive che possono aiutarvi ad ottenere un miglior posizionamento su eBay e non sfruttarlo sarebbe un vero peccato.

Feedback del venditore

I Feedback eBay sono il sistema di valutazione che permette all’acquirente di valutare la sua esperienza con il venditore. Ci sono 3 tipi di valutazione che un acquirente può lasciare:

  • Feedback Positivo
  • Feedback Neutro
  • Feedback Negativo

Un Feedback Positivo è una chiara valutazione positiva: la compravendita si è svolta nel migliore dei modi, non ci sono stati intoppi con il corriere, la merce è arrivata integra, i tempi di spedizioni sono stati rispettati, la merce era quella descritta.

Il Feedback Neutro si ottiene quando la spedizione è arrivata con ritardo, oppure il prodotto non rispecchia pienamente le caratteristiche descritte (ad esempio quando in foto il colore sembra diverso).

Un Feedback Negativo si realizza quando prodotto non è arrivato al cliente, quando il venditore è disposto al risarcimento ma non alle spese di reso e in altri casi in cui l’acquirente non è soddisfatto del venditore. Fortunatamente esistono strumenti che consentono al venditore di mandare una richiesta di revisione all’acquirente del feedback le quali spesso vengono accettate.

Una volta inserito il feedback, l’acquirente deve sottoporre in giudizio i seguenti parametri:

  • Descrizione: l’oggetto era realmente come descritto?
  • Comunicazione: il venditore è stato sbrigativo e conciso nel darti le risposte prima dell’acquisto?
  • Tempi di spedizione: erano quelli promessi dal venditore?
  • Costi di spedizione: le tariffe erano oneste o esagerate? I costi di spedizioni non vengono posti sotto giudizio se la spedizione è gratuita, viene dato direttamente un punteggio massimo di 5 stelline.

Inutile dire che i feedback sono tra i più importanti parametri di ranking che eBay valuta per stabilire il posizionamento delle inserzioni.

Coinvolgimento degli utenti

Il coinvolgimento è il fattore più importante per la visibilità su Cassini. Per coinvolgimento si intende quanto tempo i potenziali clienti trascorrono sulle tue inserzioni e quanti di loro fanno delle offerte.

Un elevato coinvolgimento dei potenziali acquirenti migliorerà il posizionamento delle tue inserzioni. Ci sono diversi aspetti che hanno dimostrato di aumentare il coinvolgimento degli utenti, quelli che ritengo più importanti per la SEO su eBay sono:

  • Fotografie di alta qualità;
  • Descrizione del prodotto ben scritta;
  • Consegna gratuita;
  • Resi gratuiti;

Creando inserzioni più interessanti, aumenterai il tempo che gli utenti trascorrono su eBay e questo a sua volta, aumenterà la visibilità delle tue inserzioni e la vendita dei tuoi prodotti.

Conclusioni sulla SEO per eBay

Questi sono i punti principali per migliorare la SEO per eBay. E’ importante dedicare tempo alla ricerca, alla pianificazione della strategia e alla valutazione di tutti i fattori di cui abbiamo discusso, in modo da poter migliorare la visibilità e aumentare le vendite delle tue inserzioni.

Spesso mi contattano venditori che lamentano che eBay gli ha tolto le inserzioni senza motivo ma, dopo aver analizzato molti negozi, devo dire che spesso violano le linee guida da rispettare per vendere sulla piattaforma.

Inoltre, come per qualsiasi campagna SEO, anche l’ottimizzazione su eBay va rivista e aggiornata regolarmente perché il comportamento degli utenti, le tendenze e gli algoritmi dei motori di ricerca cambiano continuamente.

Vuoi un supporto professionale per ottimizzare le tue inserzioni su eBay? Richiedi subito una consulenza SEO, a volte è sufficiente un piccolo investimento per aumentare di molto il volume delle vendite.

Se, invece, vuoi condividere la tua esperienza su eBay, non esitare ad utilizzare commenti!

Lascia un commento

Categorie del Blog

Telefona 02 8718 8516
preventivo@valentinomea.it